MONOLOGHI - Subito in scena

con Isabella Cremonesi

La finalità è andare in scena con un monologo.Le lezioni vertono su: uso del corpo, della voce, elementi di dizione e lettura, coreografie di gruppo, improvvisazione teatrale, studio del testo, emozione, comicità, verità.

 

Ogni monologo diventa un pezzo di scena teatrale arricchito dalle coreografie dei compagni.
I testi sono proposti dall'insegnante ma possono anche essere portati dall'allievo.
Un occasone per mettersi in gioco in ciò che si desidera; si può spaziare da monologhi del teatro classico, a stralci di romanzi di autori contemporanei, piuttosto che pezzi scritti da sè, poesie o canzoni, che avranno modo di essere vissuti pienamente, in scena, nella serata finale

Gli allievi delle scorse edizioni sono andati in scena, oltre che al Teatro del Vigentino:
"Monologhiamo" Festival del Monologo a Villa Arconate di Castellazzo di Bollate (MI) nelle edizioni 2006-07-08-09
"Lettere a Teatro" presso il Teatro del Vigentino di Milano nel 2006-07-08
"Il corpo dell'amore" presso Il Politeatro nel 2010 e il Teatro del Vigentino  nel  2011

QUANDO: IN DATE DA DESTINARSI + 1 messa in scena presso il Teatro del Vigentino

PER CHI: desidera preparare un monolgo ed andare in scena

DOVE: Teatro del Vigentino via Matera 7 Milano

Isabella Cremonesi, attrice dal 1996 e dal 2000 giocatrice professionista dei Match d’Improvvisazione Teatrale,
Dopo un corso triennale di Teatro e Recitazione, entra nella compagnia VerdeRossello con cui collabora per 4 anni come attrice in diversi spettacoli, per bambini e adulti, dell’autore-regista Mauro LoVerde.
Frequenta quindi il corso biennale di Match d’Impovvisazione Teatrale con Daniela Morozzi e negli anni  numerosi seminari di teatro (Giuliana Musso), voce (Linda Wise), teatro- danza (Barbara Friedrich), maschere (Fabio Mangolini), canto, longform (Regina Saisi), teatro jazz (Francesco Burroni), clown (Claudio Levati).
Insegnante di teatro dal 1998, fonda nel 2005, il Teatro del Vigentino, sede ufficiale dei Match a Milano e dei laboratori coreografici di Enrique Pardo del Pantheatre di Parigi, con cui collabora da 10 anni. E’ proprio dal lavoro con Pardo, che si ispira nei propri corsi e laboratori.
Ha ideato e messo in scena: “Il corpo dell’amore”, 9 personaggi, un contrabbasso, un violino e una chitarra che parlano d’amore;  “La città delle dame”, monologhi del teatro d’autore e improvvisazioni tutto al femminile; “Asino” improvvisazioni alla lavagna.