Vox Populi

condotto da Massimo Giuntoli

Domenica 24 Febbraio 2019 dalle 10:00 alle 19:00

Non hai mai cantato? non sai leggere la musica? allora VOX POPULI fa per te! Sai cantare? sai leggere la musica? allora VOX POPULI fa per te! 

Requisiti richiesti: curiosità, mente aperta, spirito d’avventura. Strumenti necessari: la tua voce, così com’è!

Non è richiesta alcuna competenza musicale né è previsto alcun “test attitudinale”. Il progetto si compone di una giornata di lavoro e di un concerto finale. L’esperienza di coro immaginata per questo progetto è articolata in un percorso inteso ad esplorare e a rivisitare in chiave creativa e contemporanea forme e tradizioni del canto corale di tutti i tempi, dal canto gregoriano fino alle tessiture visionarie di György Ligeti. Il tutto strutturato in una composizione originale e inedita, la cui partitura – concepita ai fini di un’accessibilità immediata – è costruita utilizzando sia la notazione tradizionale su pentagramma - della quale il partecipante al workshop avrà così l’opportunità di apprendere rapidamente i rudimenti fondamentali -  sia altre forme di scrittura non convenzionale: partiture grafiche, sillabazione ritmica di testi e neologismi, onomatopee fumettistiche alla “Stripsody” (Cathy Berberian).

Il workshop prevederà inoltre l’impiego di materiali audiovisivi, in un continuo confronto tra stili, epoche e linguaggi alquanto differenti, nell’ottica di stimolare una maggiore curiosità verso un universo musicale dai confini estesi e indefiniti, così come di favorire nei partecipanti un atteggiamento aperto e disponibile nei confronti delle sperimentazioni vocali che caratterizzano il progetto. 

A fine lavoro, nel tardo pomeriggio della domenica, gli allievi-cantanti andranno in scena con un concerto vocale aperto al pubblico.

ISCRIZIONI
Coordinatrice: Isabella Cremonesi 333.87360555 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Per chi: per tutti dai 16 anni in su, attori, improvvisatori, nullafacenti  - minimo 10 partecipanti
Dove: Teatro del Vigentino via Matera 7 Milano (zona Ripamonti)
Quando: DOMENICA 24 FEBBRAIO 2019 dalle 10.00 alle 19.00 con 1 ora di pausa pranzo
Possibilità di mangiare in teatro portandosi cibo (frigorifero e forno a microonde)
Quota: 8 ore di lavoro - € 70 interni o chi ha già frequentato lo stesso - € 80 esterni - se superiori ai 15 partecipanti, € 60 interni e € 70 esterni)
iscrizione con caparra di 50 € entro lunedì 11 ottobre 2019
iban IT81N 05034 01627 000000012346

 

Massimo Giuntoli

Inizia la sua attività, alla fine degli anni settanta, come compositore e polistrumentista. Dichiaratamente debitore nei confronti di maestri quali Frank Zappa, Aaron Copland e la cosiddetta «Canterbury Scene», ha sviluppato un proprio linguaggio musicale contraddistinto da un disinibito andirivieni tra l'accademia e una rosa alquanto eterogenea di altri linguaggi. Dal 1980 a oggi ha preso parte a numerose rassegne, in Italia e all'estero. Ha composto colonne sonore per oltre cinquanta documentari. Nel corso degli anni, la sua produzione musicale lo ha impegnato in progetti che inglobano azione scenica e installazioni multimediali site specific. Con Pianoformance, mette in scena il rapporto uomo/macchina attraverso un imprevedibile recital pianistico. Morfeo al Ninfeo, del 1994, è una performance itinerante costruita nelle grotte e nelle sale di un ninfeo cinquecentesco. Seguono la coreografica partita di scacchi viventi Torre del Bernabò, la suite Musici In Complotto, che vede i quattro esecutori circondare il pubblico in un antico chiostro, e Freezy, dove danza, teatro e musica danno vita ad un ensemble di statue. Nel 2003 fonda lo studio Wizarp Urban Visions, dedicandosi alla progettazione di installazioni permanenti nello spazio pubblico e di elementi di scenografia urbana. A partire dal 2010 la Regione Valle d'Aosta gli commissiona varie edizioni di sons et lumières per il Teatro Romano di Aosta. Nel 2011 prende parte a Neoludica (54. Biennale di Venezia), a cura di Debora Ferrari, dove presenta animazioni interattive.

Collabora come pianista, compositore e arrangiatore con l’Altrock Chamber Quartet di Emilio Galante ed è membro dell’Artchipel Orchestra di Ferdinando Faraò.

Yamaha Music Europe gli commissiona Piano Store, una composizione per sei pianoforti, programmata per tre giorni consecutivi nell’ambito di Cremona Pianoforte (2014).

Lo scrittore inglese Jonathan Coe gli affida l'arrangiamento di una selezione di brani di propria composizione, presentati al festival Collisioni (2014) da un ensemble cui prende parte lo stesso Coe.

Nel 1995 Robert Wyatt, invitato da Radio Popolare a condurre un ciclo di trasmissioni incentrate sulle proprie preferenze musicali, include nella selezione Frrr!!!, dal CD Giraffe, di Massimo Giuntoli.

https://youtu.be/1eZsh46HSGc                      www.massimogiuntoli.com