GIOCHI D'IMPROVVISAZIONE -improvviso io - SOSPESO IN DATA DA DESTINARSI

Sabato 4 Aprile 2020

Giornata di improvvisazione dedicata all’autoconsapevolezza con Isabella Cremonesi e Sara Balducci

L’improvvisazione teatrale è un’arte di gruppo dove la creazione dello spettacolo avviene direttamente in scena. Condizione indispensabile è ritrovare e fare proprie le 7 doti del bravo improvvisatore: spontaneità, ascolto, attenzione, elasticità, creatività, generosità e collaborazione.

L’improvvisazione parte dal principio che ognuno di noi è perfetto così com’è e che, grazie al gioco di gruppo, tutti possano dare il meglio di sé: riscoprire il proprio prezioso istinto, allenare la mente a liberarsi, accettare sé e gli altri come risorsa, dire “sì” per creare insieme. Si arriva a scoprire altro da noi, in modo profondamente autentico, partendo da stimoli e risorse che non sapevamo nemmeno di avere. Come nel Jazz, i maestri dicevano: “impara tutto sul tuo strumento e poi dimenticalo”. Questa è la base dell’improvvisazione

IMPROVVISO IO
Stare bene con sé stessi quando interagisco con gli altri, quando comunico.
Obiettivi

  • Affrontare qualsiasi situazione con positività e in modo costruttivo.
  • Migliorare le proprie capacità di ascolto.
  • Avere maggiore fiducia e sicurezza in sé stessi.
  • Riacquistare la propria spontaneità e creatività
    Strumenti
  • Corpo esercizi di rilassamento e consapevolezza; essere a proprio agio. Il corpo non mente. Il corpo e gli occhi parlano più delle parole
  • Voce sentire la giusta respirazione; non aver paura delle pause; giocare con le parole, poche ma vere; consapevolezza della propria voce nello spazio
  • Mente la preparazione è precedente; quello che so, al momento giusto, se c’è viene fuori da sé; essere padroni della propria mente e non permettere che la mente sia padrona di noi stessi.

Come, dove, quando

  • SABATO 4 APRILE 2020 dalle ore 10.00 alle ore 17.00/18.00 (a seconda del numero degli allievi), con 1 ora di pausa pranzo, è consigliabile portarsi il pranzo, disponibile frigorifero e forno a microonde
  • Presso il TEATRO DEL VIGENTINO di via Matera 7 a Milano
  • Ad allievo 85 euro – Convenzione Reticelle 70 euro
  • Minimo 8 allievi – Massimo 16 allievi
  • per iscriversi scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • IBAN Teatro del Vigentino IT81N 05034 01627 000000012346

 Isabella Cremonesi

Mi piace definirmi “la maestra dell’improvvisazione teatrale”. Colei che insegna le basi, sane e giocose, di questa splendida arte, dello scoprirsi nel profondo ma con leggerezza e dell’imparare la bellezza di creare insieme agli altri.
Nasco nel 1961 a Milano rischiando di morire soffocata dal distacco della placenta. Seguo il volere del padre diplomandomi al Liceo Scientifico. Nel 1980 scappo per troppa timidezza, da un provino alla Paola Grassi e mi laureo qualche anno dopo alla facoltà di Scienza Agrarie. Faccio lavori “normali” con il sogno del teatro nel cuore.
Nel 1992 un’amica mi iscrive a forza al corso di teatro di Silvana Rossello dell’Arsenale di Milano. Il marito regista Mauro Lo Verde dopo due anni mi prende nella loro compagnia teatrale VerdeRossello con la quale giriamo i teatri del Nord d’Italia. Nel 1997 incontro l’improvvisazione  della LiiT-Lega Italiana Improvvisazione Teatrale (prima scuola in Italia di pura improvvisazione) con gli insegnanti Daniele Morozzi e Bruno Cortini, quindi proseguo negli anni la mia formazione teorica-pratica con stage di ogni tipo, teatro coreografico con E.Pardo di Parigi, clown con C.Levati, mimo con A.Brugnano canto e voce con Linda Wise, teatro danza con B.Friedrich, monologhi con S.Gonella e R. Coluccini alla Paola Grassi,  cinema con Pupi Avati, improvvisazione con Patty Stiles, Tom Johonson, Randy Dixon, Jill Farris e tantissimi altri. Insegno improvvisazione dal 2000. Nel 2004 mi licenzio e nel settembre del 2005 apro a Milano il Teatro del Vigentino dove tengo corsi e spettacoli, tra cui oltre al Match d’improvvisazione teatrale, format da me ideati: La città delle Dame-teatro d’autore  improvvisato completamente al femminile, Asino-improvvisazioni alla lavagna, Ahperò! Improvvisazioni al bicchiere. Da 10 anni vado in scena con il mio spettacolo Il corpo dell’amore. Scrivo poesie e ogni tanto vinco qualche SlamPoetry.

Sara Balducci

Insegnante di improvvisazione teatrale e teatro danza dal 2012, diventa professionista di match di improvvisazione Teatrale dal 2010, partecipando a spettacoli e campionati in Italia e all’estero. Le sue passioni intersecando la danza, il teatro e la sua formazione pedagogica, creando e promuovendo laboratori all’interno del mondo della scuola o dell’azienda, con partecipanti di tutte le età e con bisogni differenti. A creato laboratori di teatro e teatro danza per disabili mentali, laboratori di improvvisazione per le scuole. La formazione Teatrale si sviluppa soprattutto nel mondo dell’improvvisazione, seguendo laboratori e corsi di I. Cremonesi, A. Cavazzoni, G. Palanza, G. Bajo, L. Corsini, A. Contartese, F. Lobello. Ha partecipato a corsi e laboratori di danza modern jazz con J. C. Hertin, di teatro danza con R. Voltolina, E. Leksani, D. Massara, B. Friedrich, E. Pardo di Pantheatre Parigi e all’interno del progetto “Del Bene, del Male” di S. Cenci con A. Rendina e F. Tardito. Ha collaborato nella realizzazione di spettacoli di Theatersport, ha partecipato a due rassegne Monologhiamo in villa Arconati e al festival della letteratura ad Arona con il Teatro alla Carta con cui collabora dal 2011. Attrice de “La Città delle Dame” dal 2011 Teatro comico d’improvvisazione al femminile da un’idea di L. Corsini e I. Cremonesi e coregista e attrice dello spettacolo Il Ciclo, spettacolo comico da un’idea di M. Savi.