Metamorfosi

Il corpo, la voce e il potere creativo dell'attore nella LongForm
condotto da Margherita Gravagna

sabato 28 e domenica 29 Settembre 2019

Gli attori-performer esploreranno, attraverso la pratica improvvisativa, le potenzialità del proprio strumento fisico-vocale e si alleneranno alla trasformazione, a una metamorfosi organica e armoniosa.

Il percorso spazierà dall’espressività astratta a quella più formalizzata, dalla recitazione stilizzata e a quella classica del testo, dal suono puro e semplice al grammelot, dalla parola alla canzone, dal drammatico al poetico al comico.  
All’interno delle infinite possibilità dell’improvvisazione, si privilegerà l’approfondimento dell’intreccio fra i diversi linguaggi performativi di parola, movimento e suono, quindi si allenerà:
-    la prontezza al ricorso di linguaggio, lingue note o inventate
-    danza, teatro-danza inteso in senso ampio come movimento armonioso, non necessariamente codificato in movimenti tecnici
-    canto, anch’esso inteso in senso destrutturato, quindi partendo dal suono fino ad arrivare solo se necessario alla canzone
Pur tenendo come base il linguaggio teatrale dunque l’attore-improvvisatore diventa qui un “performer” che può spaziare e sconfinare di volta in volta nei territori affini del canto, della musica, della poesia e della danza e partendo da questi può poi costruire strutture più complesse.
Il lavoro proposto è quindi orientato allo studio e alla preparazione tecnica dell’attore per andare in scena con uno spettacolo di LongForm:
-    strutture di base della LongForm - lotus, storia infinita, moltiplicazione di monologhi, narrazione con punti di vista
-    transizioni astratte, meccanismi di alternanza e di cambio scena fra i vari frammenti
-    l’evoluzione dei frammenti dall’interno (metodo Action theatre)
-    improvvisazioni collettive e pratica dello spettacolo di LongForm

 

ISCRIZIONI

Coordinatrice: Isabella Cremonesi 333.87360555 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Per chi: teatrale - minimo 10 partecipanti
Dove: Teatro del Vigentino via Matera 7 Milano (zona Ripamonti)
Quando: sabato 28 e domenica 29 settembre 2019 dalle 10.00 alle 18.00 con 1 ora di pausa pranzo
Possibilità di dormire in teatro per chi viene da fuori (avvertite entro due giorni prima del seminario)
Possibilità di mangiare in teatro portandosi cibo (frigorifero e forno a microonde).
Quota: 14 ore di lavoro + performance - 100 euro + iva interni - 120 euro + iva esterni
iscrizione con caparra di 50 € entro venerdì 20 settembre 2019 iban IT81N 05034 01627 000000012346

 

Margherita Gravagna

Nata a Catania nel 1989, da anni risiede a Siena e lavora come attrice e docente teatrale in tutta Italia e all’estero.
Perseguendo un ideale artistico di poliedricità e una visione dell’attore come consapevole musicista del proprio strumento fisico-vocale, studia con maestri del teatro, della danza e della musica, conservando una particolare attenzione verso le discipline artistiche dell’improvvisazione. Si perfeziona con il Master in Physical Theatre di Mississippi University of Women, unica attrice italiana fra i 10 attori selezionati e diretti dal maestro Fabio Mangolini.
Dal 2012 lavora per la Compagnia teatrale Aresteatro di Francesco Burroni come attrice, sceneggiatrice e regista, in spettacoli di improvvisazione teatrale (longform, Match di improvvisazione teatrale® e jam session) e teatro di ricerca, partecipando a progetti sperimentali come Teatrojazz (con Sienajazz) e Match d’improvvisazione letteraria®. Lavora inoltre in diversi spettacoli di improvvisazione della compagnia fiorentina Areamista, porta in scena spettacoli di Commedia dell’Arte con la Compagnia de I Margiadan e collabora molte altre compagnie italiane e francofone, specialmente in format di improvvisazione.
Nel 2017 ha creato Storie di G&G, uno spettacolo sperimentale di improvvisazione teatral-musicale in duo con il pianista jazz Giovanni Ghizzani.
Insegna Teatro e Improvvisazione per adulti, ragazzi e bambini, Lettura interpretativa, Teatro fisico, Commedia dell’Arte e Longform d’improvvisazione a Siena, Arezzo, Firenze e con stage in tutta Italia. Inoltre collabora con la Compagnia fiorentina Venti Lucenti nel training teatrale e musicale dei bambini in età scolare, per la messinscena di opere liriche prodotte dal Teatro dell’Opera di Firenze.
Dal 2016 è la più giovane improvvisatrice della nazionale italiana di Match d’improvvisazione teatrale® con cui, recitando in lingua francese, vince il campionato Impro4Nations (Charleroi -Belgio) e guadagna il bronzo al Mondialito (Mons-Belgio), dove ottiene anche il Coup de coeur premio all’attrice femminile più amata dal pubblico del Festival. Improvvisa anche in inglese e nel 2017 partecipa a una tournèe in California sperimentando diversi format di improvvisazione e registrando ad ogni replica il tutto esaurito.
Nel 2017 e nel 2018 è direttrice artistica del Festival teatrale TIQ – Teatro in Quota (Altopiano delle Rocche-AQ) nato per la riqualificazione artistica e la rinascita dei territori aquilani e abruzzesi dopo il terremoto.